Bobolar d’oro

Fin dalla prima edizione 1992 ad oggi la motivazione è sempre la stessa : Il premio ” Bobolar d’Oro ” viene assegnato a persone, enti, associazioni o istituzioni che con la loro azione hanno operato o operano a favore del singolo , della comunità o che hanno contribuito, con i loro meriti, a far meglio conoscere Staranzano.

Il premiato, è bene ricordare, non viene scelto dalla Pro Loco ma da una commissione esterna composta da ” 7 saggi ” rappresentativa di tutti i cittadini.

Il primo vincitore e, apripista di questa lunga rassegna è :

ANNO 1992 SERGIO CUCUT.

Motivazione: Per un’intera vita dedicata alle opere sociali, alla valorizzazione della comunità nonché per i numerosi meriti conseguiti nel campo artistico-teatrale. Come impiegato comunale ha saputo distinguersi per la serietà, l’attaccamento al lavoro e soprattutto per la grande disponibilità nell’aiutare e consigliare i cittadini, in particolare i più bisognosi.

ANNO 1993 MASSIMO GON.

Sicuro dominatore della tastiera, sensibile interprete dei maggiori compositori, valido concertista di meritata fama internazionale, con panismo di ammirata levatura avvince l’uditorio competente di ogni paese raggiungendo traguardi ambiti ed ovunque onora la propria gente, la bisiacaria, l’Italia……..

ANNO 1994 DONATORI DI SANGUE.

Nata nel 1972, riunisce persone sensibili e generose che dalla solidarietà fraterna, con il bisogno del loro aiuto, volontariamente si fanno precisa regola di vita cui prontamente rispondono donando il loro sangue.Il premio è stato ritirato dal Presidente del sodalizio staranzanese, Giuseppina Braidot Zamar.

ANNO 1995 GIANNINO PACOR.

Pittore e scultore di vaglia, con fantasia vivace, sensibilità d’animo, mano felice concretizza le sue idee ed impressioni d’artista esprimendosi in un cromatico mondo di sogno e servendosi di ogni materia che domina e modella. Noto in Patria e all’ estero, dall’ America all’ Estremo Oriente, onora ovunque Staranzano, la Bisiacaria, l’Italia.

ANNO 1996 BCC DI STARANZANO.

Per l’importante ruolo svolto in questi lunghi anni di attività creditizia , mantenendo integre le motivazioni e le caratteristiche originarie, operando a favore dei Soci, dell’Imprenditorialità locale, delle famiglie e, in senso più completo per l’intera Comunità.

ANNO 1997 GIADA GALLINA.

Sulla magica Pista Rossa dell’ Arena di Milano, con le ali al piede nella ” Gara Maiuscola ” vola ad abbracciare la vittoria ambita. Veste così per la nona volta il tricolore d’Italia e fa suo anche il nuovo record nazionale nella velocità pura onorando sempre Staranzano , la Bisiacaria , la Regione nostra ……..

ANNO 1998 FABIO SESTI.

Preparando i propri allievi a cogliere i risvolti profondi della cultura europea, si è fatto riconoscere da tutti come il Preside della scuola di Staranzano, con una non comune determinazione a strappare quantità e qualità di opportunità per le giovani generazioni. Cosi’ Staranzano è ormai conosciuta in Provincia e oltre, anche per la qualità del proprio servizio scolastico e per il suo Preside, un po’ staranzanese acquisito.

ANNO 1999 CORO ” AUDITE NOVA “.

Nato nel 1986 e diretto fin dalla nascita dalla Maestra Gianna Visintin, ha avuto da allora ad oggi un successo sempre più crescente poiché ha saputo affinare il proprio repertorio con ottimi risultati sia nel campo folcloristico sia in quello polifonico. I molteplici premi ricevuti in occasione di numerosi concerti a cui ha partecipato in Italia e all’estero, stanno a significare l’impegno profuso dalle coriste e l’indubbia capacità professionale della Direttrice. Il Coro Audite Nova, ha portato la sua voce in tutta Italia, in Ungheria, in Germania, in Austria, in Francia, in Russia ed in altri paesi del Mondo, facendo conoscere e, crediamo, apprezzare, la nostra piccola comunità e la nostra cultura, ha inoltre invitato in loco numerosi cori di prestigio di altri Paesi, promuovendo la conoscenza di eccellenti esecuzioni musicali alla nostra comunità. Per questo riteniamo che esso meriti a pieni voti il riconoscimento che oggi la comunità gli attribuisce con l’assegnazione del ” Premio bobolar d’ oro “

ANNO 2000 ALBERTO DEL BIANCO.

” A trent’anni dalla sua scomparsa quale riconoscimento per la sua creatività, per il segno netto e deciso, per lo stile inconfondibile , nonché per la ricchezza poetica espressi nella sua opera grafica, satirica e umoristica “. La spilla d’oro e il premio in denaro sono stati consegnati alla figlia Antonella.

ANNO 2001 ” COMPAGNIA DEL CARRO “

Perché in un decennio di storia l’associazione ha saputo creare e far conoscere una tradizione importante. Fondata sul divertimento e sul tempo libero ha saputo anche essere disponibile nelle manifestazioni di solidarietà, diversificando la propria attività, ha fatto conoscere il nome del nostro Paese in Italia e all’estero, aggregando persone di ogni età ed estrazione sociale.

BOBOLAR D’ORO 2002

Motivazioni per l’assegnazione del Bobolar d’oro 2002 a DUILIO CASTELLI

Nato a Monfalcone il 24/11/1931; residente a Staranzano operaio presso l’industria cantieristica locale dal 1954 al 1988.

Operaio per 35 anni nell’attività produttiva legata all’industria della cantieristica, socio fondatore nel 1994 e attuale Presidente dell’Associazione Esposti Amianto, si è distinto per la tenace determinazione con cui ha saputo denunciare il dramma dell’asbestosi nel nostro territorio, sollecitando gli organismi e le istituzioni competenti a non sottovalutare la gravità del problema , favorendo quella presa di coscienza e consapevolezza cresciute negli ultimi anni grazie alla testimonianza e mobilitazione di tutti.

BOBOLAR D’ORO 2003

Motivazione per l’ssegnazione del Bobolar d’oro 2003 a SILVIO DOMINI

SILVIO DOMINI vive a Ronchi dei Legionari, dove è nato.

Ha dedicato gran parte della sua vita all’insegnamento, coltivando contemporaneamente, con passione, la musica, la pittura ed in particolare la ricerca storico-linguistica. Di quest’ultima ne sono attestazione diverse importanti pubblicazioni. Fra queste ” Staranzano – storia, società e cultura nell’ambiente del territorio monfalconese “frutto di approfondite ricerche, studio di documenti e riscoperta di quelle radici di pensiero e di valori che ci permettono di poter meglio conoscere noi stessi e l’ambiente in cui viviamo. E’ coautore del ” Vocabolario fraseologico del dialetto bisiac ” Diversi sono i volumi delle poesie in dialetto per le quali ha ottenuto primi premi assoluti in concorsi letterari del Triveneto e nazionali. E’ considerato dalla critica nazionale come uno dei più intressanti e originali poeti del dialetto del secondo Novecento.

BOBOLAR D’ORO 2004

Motivazione per l’assegnazione del bobolar d’oro al  Dott. Mafaldo Cechet

Maestro ed educatore di generazioni, paladino nella promozione del bene comune a difesa dei valori della vita. Giornalista curioso, capace di raccontare la vita della gente e delle istituzioni con forza e semplicità. Testimone della vita comunitaria di Staranzano, che ha sempre onorato con un’esistenza dedita al prossimo.

BOBOLAR D’ORO 2005

Motivazione per l’assegnazione del bobolar d’oro a Egisto Snidero

Per la coerenza e determinazione con cui seppe perseguire un obiettivo e creare un movimento d’opinione che raggiunse le più alte sfere dello Stato.

Per aver infuso in tante giovani menti gli ideali di giustizia, fratellanza, libertà e democrazia che permeano la nostra Costituzione.

Per aver fatto della sua vita un esempio di rigore morale ed  impegno civile

BOBOLAR D’ORO 2006 A SARAH BARBAROSSA

Per aver portato verso lidi remoti il vessillo del suo Stato ed i colori bianco – rosso del suo Paese, spinta da una sconfinata passione per mare e vento che le ha permesso di raggiungere alti livelli nello sport velico, coniugando sapientemente quest’attività con l’impegno nello studio prima, nel lavoro dopo, con determinazione, abnegazione, umiltà.

 

BOBOLAR D’ORO 2007 AL CORO EDI FORZA

La Corale nasce nel 1978 a Staranzano per merito di un gruppo di amici amanti del canto folcloristico.

La denominazione del gruppo ricorda un operaio musicista dei cantieri di Monfalcone che ha composto tra gli altri “ l’Inno al Lavoro “

Dal 1995 con la guida della maestra Annalisa Miniussi inizia un susseguirsi di concerti in tutta Italia e all’estero riscontrando positivi consensi.

Nel 2003, in occasione del 25° anniversario di fondazione il coro ha realizzato un CD contenente famosi  brani tra cui l’Inno a Staranzano “

Da qualche anno il coro collabora con l’Associazione corale bisiaca per promuovere spettacoli in prosa e in musica divulgando il dialetto bisiaco e il nome di Staranzano.

 

BOBOLAR D’ORO 2008 A DON FULVIO OSTROMAN

Per aver dedicato al paese diciassette anni della sua vita, sia per i bisogni pastorali sia per quelli materiali. Privilegiando la formazione dei giovani, la cura spirituale degli anziani, dei malati e la coesione della comunità attorno un progetto di fede e di amore cercando di coinvolgere quanta più gente possibile in modo semplice, genuino, e spontaneo.Per aver ha saputo inoltre raccogliere lo spirito dei suoi predecessori e continuare le opere frutto di tanti sudori e sacrifici dei nostri anziani…..realizzando in questi anni: “la ristrutturazione della Chiesa (programmata dal predecessore Don Luigi Fontanot), il rifacimento totale della canonica, la ristrutturazione della sala teatrale San Pio X, le manutenzioni delle chiese di S Valentino a Bistrigna, S Carlo a Dobbia, il rifacimento della casa in fianco alla chiesa detta “Casa Remigio”, la messa a norma della Casa montana di Lungis e la monumentale opera di rifacimento delle Stalle Rosse”. Realizzazioni iniziate e completate in questi anni, che come ogni opera ha una sua storia, i suoi personaggi, le sue vicende che resteranno nella storia e nella memoria di questa comunità e di quanti volontari in vario modo hanno collaborato.

 

IL BOBOLAR D’ORO 2009 VIENE ASSEGNATO

ALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE GRUPPO AREA DI RICERCA DI DOBBIA

Per essere sicuro punto di riferimento per diverse generazioni di giovani artisti, cui ha garantito spazi di lavoro e di incontro e la possibilità di sviluppare e sperimentare liberamente la propria creatività.

Sin dai primi anni ‘90 l’Associazione Gruppo area di Ricerca di Dobbia costituisce un sicuro punto di riferimento per i giovani artisti del territorio, cui offre la possibilità di sperimentare la propria creatività nel confronto, nella condivisione di valori e nella ricerca di nuove forme di espressione. Pittori, musicisti, performers e poeti nel corso di questi decenni hanno trovato a Dobbia una casa, dalla quale molti sono partiti, affermandosi anche a livello internazionale, come la cantante Elisa o i musicisti Giorgio Pacorig e Giovanni Maier. L’Associazione inoltre si è fatta carico della pubblicazione di una rivista, dove trovano spazio le prove letterarie e poetiche di molti dei suoi aderenti, e organizza una sere di eventi, come il Summer Lab – la tregiorni di musica e spettacolo al Lido di Staranzano e il Lab Arte Eventi, un festival multimediale: manifestazioni di ampio respiro, in piena sintonia con i fermenti artistici e culturali della contemporaneità che aprono all’incontro con realtà e artisti provenienti anche da altri paesi europei e non. In un momento di crisi, e non solo economica, come quello che stiamo vivendo, crisi di valori e prospettive che vede penalizzati soprattutto le giovani generazioni, premiare un’associazione che invece del futuro dei giovani, artisti veri e non presunti tali, si è fatta e si sta facendo programmaticamente carico, significa anche per la ProLoco la volontà di non sottomettersi alla logica consumistica del presente da consumare e buttare o a quella, pur degna, della memoria, ma la necessità di aprirsi al futuro per dare a chi la vita ce l’ha tutta davanti un segnale di speranza e di incoraggiamento a credere in se stessi e nella propria vocazione.

IL BOBOLAR D’ORO 2010 VIENE ASSEGNATO A

LUCIANO MORATTI 27marzo 1942 – 12 febbraio 2010

Persona semplice ma di grandi idee, instancabile e fermamente legato ai suoi valori : lavoro, famiglia e comunità.

Per 30 anni è stato direttore della Banca di credito cooperativo di Staranzano. Grazie a lui l’Istituto è sempre stato in prima fila nel campo della solidarietà e negli aiuti alle associazioni dell’isontino.

Socio fondatore e presidente della MACC (Mutua di Assistenza di Credito Cooperativo) che attua iniziative sociali, culturali, ricreative ma specie di prevenzione ed assistenza ai bisognosi, anche per trasporti con vetture attrezzate presso case di cura e ospedali.

E’ stato sognatore innamorato e ideatore della casa di accoglienza “Casa Cometa” struttura di assistenza per gli anziani del territorio, progetto in cui ha creduto molto portandolo avanti con fermezza e caparbietà fino alla parte esecutiva, per cui auspichiamo che a breve venga posta la prima pietra.

Poi improvvisamente, segnato dal male, con serenità, dignità e coraggio di chi antepone le sue idee e i suoi valori alla vita stessa ci ha prematuramente lasciato. Con la scomparsa di Luciano Moratti abbiamo perso un pezzo importante e indimenticabile della storia del nostro Paese.

Con profonda riconoscenza il Paese tutto e la Pro Loco lo ricordano, con l’impegno ad operare ancor più intensamente per gli ideali di umana solidarietà e di altruismo che da Luciano noi tutti abbiamo ereditato.

Grazie Luciano

 

IL BOBOLAR D’ORO 2011VIENE ASSEGNATO

alla Prof. FLAVIANA  ZANOLLA

Per la costante attenzione che offre da insegnante e ricercatrice storica al ruolo della persona e della sua storia, alla memoria dei luoghi e al senso di appartenenza alla comunità nazionale e locale, e per la qualità del suo lavoro di dirigente delle nostre scuole ampiamente testimoniata da particolari riconoscimenti, dalle relazioni internazionali e dal personale rapporto con gli enti e le associazioni del nostro territorio cui resta legata da importanti legami personali.

 

IL BOBOLAR D’ORO 2012 VIENE ASSEGNATO

ALLA MEMORIA DI  LUCIO  FOSCHIAN

Uomo di sport, generoso e leale si è  speso per cinquant’anni alla realizzazione di un sogno far nascere, crescere  e poi rinascere la Pallacanestro Staranzano. Un bene che la collettività gli riconosce e che lui lascia in eredità alle nuove generazioni.

 

BOBOLAR D’ORO 2013

al dottor SERGIO  FONTANOT

Nasce nel 1948 da Adriano e Silvana a Monfalcone. Frequenta la scuola elementare, media ed il Liceo scientifico dove, a 17 anni incontra l’amore della sua vita, Severina, che sposerà nel 1970 trasferendo contestualmente la propria residenza a Staranzano, dove nasceranno Federica e Giangiacomo. Si laurea in Medicina e chirurgia all’Università degli studi di Trieste per poi specializzarsi in Dermatologia all’Università di Padova. Dal 1977 lavora come assistente presso la Clinica dermatologica dell’Università di Trieste, impiego che  lascia nel 1982 dedicandosi alla medicina di base in qualità  di medico di famiglia a Staranzano per privilegiare il contatto umano con le persone.

Molti cittadini e molte famiglie di Staranzano si sono affidati a lui nei trentacinque anni di lavoro svolto per la comunità come medico di famiglia, conoscendone ed apprezzandone le qualità umane e professionali e ricevendo assistenza, vicinanza e conforto per un lungo tratto di strada percorso assieme.

Uomo allo stesso tempo semplice e poliedrico, annovera tra i suoi interessi la musica, la cucina, i viaggi, la storia locale con relativi usi, costumi, tradizioni e figure. E’ amante della convivialità, dei motti di spirito, dei giochi di parole, dispensatore di barzellette nella giusta compagnia. Abbina alla professione medica l’abilità e la passione per i lavori manuali spaziando da quelli di falegnameria alla gioielleria, dalla pittura ai lavori edili. Dedito alla famiglia, per gli amici un amico vero, la sua casa è sempre aperta per accogliere chi ne ha bisogno con un abbraccio ed un sorriso; esuberante e contagioso in questo suo modo di essere, è stato capace di instaurare rapporti umani profondi con semplicità, immediatezza e bonomia.

Lascia il suo lavoro di medico di famiglia per la meritata pensione nel corso del 2013, continuando comunque l’attività professionale come dermatologo.

.

 BOBOLAR  JUNIOR

ENRICO  BORTOLOTTI

Enrico  Bortolotti ha frequentato la classe III D nell’anno scolastico 2012/13, ha avuto, fin dalla classe prima, un  comportamento encomiabile per l’interesse e l’impegno.

I risultati sono sempre stati più che apprezzabili; ha infatti concluso sia la prima, che la seconda classe con ottimi voti, sempre con medie superiori al nove. In seconda ha seguito un corso di latino per alunni di seconda e terza classe, risultando il migliore.

In terza poi, ha concluso l’anno scolastico con l’ottimo in religione e il 10 in quasi tutte le altre discipline, superando brillantemente l’esame con la votazione di 10 e lode.

Si è dedicato agli studi del pianoforte, con la Scuola Incontro; ogni anno  ha partecipato al CertamenMusicum, organizzato a livello regionale, dai Professori di strumento della Scuola Secondaria di  1° grado Dante Alighieri, ottenendo in prima classe, il 1° premio ed un Diploma con una speciale menzione come miglior interprete di un brano di autore regionale (Cecilia Seghizzi); ha poi riconfermato il suo talento, vincendo in seconda ancora il 1° premio, ed il 2° premio in terza.

La  partecipazione da lui dimostrata, si può definire più che soddisfacente;  infatti se talvolta è parsa un po’ inferiore alle potenzialità e alle aspettative, questo è dipeso dal fatto di non voler mettersi troppo in luce agli occhi dei compagni, di non voler togliere loro la possibiltà di alzare la mano e di esprimersi. Sempre stato corretto e leale verso tutti, mantenendo sempre, nonostante la  sua bravura un atteggiamento semplice ed umile.

Mario Vianelli

Coordinatore della classe per due anni e insegnante d’italiano.

 

BOBOLAR D’ORO 2014

SIMONETTA CONTI e alla sua Associazione

ADS AQUILE BIANCOROSSE SKATING CLUB

Da anni sta guidando i suoi ragazzi con grande impegno, professionalità e tanta passione.

Quest’anno in occasione delle feste natalizie ha voluto omaggiare il suo pubblico con uno spettacolo fiabesco che con canzoni, recitazioni e danza ha coinvolto più di 70 bambini e ragazzi in un bellissimo musical intitolato”Una storia Fantastica” che ha dedicato al fondatore della sua associazione, suo padre.

Ha saputo guidare i suoi ragazzi portandoli a grandi livelli.Tra i suoi atleti c’è una campionessa mondiale, due di fama internazionale, abituati a tante vittorie e numerosi piazzamenti a livello nazionale.

Nove volte sul podio al campionato ACSI svolosi a Riccione, conquistando primi e secondi posti quindi con ottimi risultati su una piazza molto importante, portando così alto il nome del nostro Paese e di tutta la  Regione

 BOBOLAR JUNIOR

Vince la “2a edizione del Bobolar Junior 2014 Chiara Zorat

Nell’anno scolastico 2013/2014 ha frequentato la classe IIIB dell’I.C. Dante Alighieri di Staranzano , ha sempre affrontato l’attività di studio in modo serio , impegnandosi con costanza e regolarità .Chiara si è distinta anche per la partecipazione attiva e per profitto in attività integrative quali strumento musicale e latino. Fin dalla scuola primaria ha dimostrato particolare propensione per lo studio del violino che l’ha accompagnata durante tutto il percorso scolastico . Ha partecipato a concorsi musicali fuori regione in particolare a Stresa, e al ala “Certamen Musicum” a livello regionale. Ha superato brillantemente l’esame di ammissione al Conservatorio Tartini di Triestee oggi frequenta con buoni risultati Il Liceo Classico Dante di Trieste , dimostrando in un momento in cui molti adolescenti si rivelano fragili ed insicuri nelle loro scelte, di essere concreta e determinata nall’attuazione del suo progetto di vita .

BOBOLAR D’ORO 2015

Motivazione per Bobolar d’oro per AGESCI Staranzano 1

Per cinquant’anni di impegno nel campo dell’educazione dei giovani, coinvolgendo numerosi educatori, genitori e adulti . Sempre attento , coinvolto e promotore di iniziative in situazioni di emergenza, nella carità e solidarietà in ambito locale, nazionale ed internazionale .

Motivazione del Bobolar Junior per Alice Forte

In tutti gli ambienti che ha frequentato nelle sue attività si è sempre resa disponibile verso compagni e compagne e anche nelle difficoltà ha saputo cogliere la complessità delle situazioni e farne occasione di maturazione personale. Anche per queste sue qualità umane Alice è stata un riferimento certo e positivo per i compagni

 

BOBOLAR D’ORO 2016

Motivazione Bobolar d’Oro per Francesca Feruglio

 

Donna. Di nobili ed antichi natali ma di grande umiltà d’animo; sempre pronta nell’aiuto verso i singoli e verso la comunità staranzanese tutta.

Figura dal cuore grande, schietta e profondamente umana; mente rigogliosa di quelle idee e di quei progetti portati sempre a termine con forza ed impegno inesauribili.

Tante le iniziative seguite in un’intera vita, festa dell’uva con trattori, carrozze e sfilata in costumi bisiachi con partenza dall’azienda; concerti e spettacoli teatrali fatti presso la sua corte, il tutto sempre gratuitamente; progetti rivolti al sociale con raccolta di fondi per  aiuto ai bambini di tutto il mondo, solidarietà e amore verso gli uomini, verso la natura e la bellezza.

Anima forte e trasparente che ha saputo donare la grandezza della vita attraverso la semplicità.

E’ con queste motivazioni che oggi, 8 gennaio 2017, la Direzione del Premio Bobolar d’Oro, assegna il Premio a Francesca Feruglio.

Grazie Francesca

BOBOLAR  JUNIOR 2016

Motivazione al Bobolar Junior 2016 per Chiara Florit

Nello scorso anno scolastico 2015/2016 ha concluso il suo percorso nel Primo Ciclo d’Istruzione presso l’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Staranzano un’alunna che tra gli altri si è distinta per la maturità raggiunta, dimostrata anche durante l’esame finale, superato con il massimo dei voti, in tutte le prove. Quest’alunna è sempre stata pronta ad accogliere e far tesoro di ogni stimolo culturale proposto dalla scuola, approfondendolo autonomamente. Le sue indiscutibili qualità, note ai compagni di classe, hanno sempre suscitato stima ed ammirazione, forse perché questa ragazza è stata sempre disponibile con tutti, ma soprattutto con quelli più bisognosi di aiuto. Riservata e costante nel suo lavoro, si è affiancata a chi era più debole per essere di stimolo e tramite verso un obiettivo di crescita comune. Come quando si arrampica in montagna e tutti sono uniti alla stessa corda, lei ha percorso la sua via, attenta a sé ma anche ai compagni di salita, senza dimenticare lo stimolo della sfida e la soddisfazione dell’ostacolo superato. Capace di guardare il mondo con sguardo lucido e appassionato insieme, ha usato la scrittura, sia in prosa che in versi, come strumento di introspezione e rivelazione. Oltre alla scuola, alla scrittura e allo sport, nel suo percorso di crescita, la nostra alunna ha incontrato il teatro, prima come attività complementare scolastica poi come attività sul territorio, nella Cooperativa Teatrale “La Barraca”, dove si è distinta per capacità e dedizione. In tutti gli ambienti che ha frequentato, nelle sue attività, anche nelle difficoltà, ha saputo cogliere la complessità delle situazioni e farne occasione di maturazione personale. Anche per queste sue qualità umane è un riferimento certo e positivo per i compagni. Queste le motivazioni per cui gli Insegnanti dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri hanno ritenuto di segnalare l’alunna Chiara Florit per il Bobolar Junior 2016, affinchè perseveri nei suoi impegni con la fiducia e la certezza del valore del proprio contributo, con la stima e la vicinanza della Comunità di Staranzano, oggi, nel suo presente, come nelle sfide future che vorrà affrontare.

 

Lascia un commento